Contenuto riservato agli abbonati

Venezia, record di cremati e ceneri sparse in laguna

Solo il 44% delle persone sceglie la sepoltura tradizionale, ora Veritas sta riprogettando gli spazi dei 16 cimiteri cittadini

VENEZIA. Sempre più cittadini optano per la cremazione. Nell’ultimo anno, infatti, il 66% delle salme è stato cremato per poi essere inserito nelle urne deposte negli ossari. Ma c’è pure chi chiede che le proprie ceneri vengano sparse in mare o in laguna. Pratiche con una percentuale ormai quasi doppia rispetto alla tradizionale sepoltura.

Da alcuni anni la cremazione ha infatti conosciuto una vera impennata, e che poi il Covid ha fatto ancor più aumentare.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi