Contenuto riservato agli abbonati

Giulia, il nonnismo e l’espulsione dall’aeronautica: ecco le immagini delle lesioni. «Inaccettabili, continuerò a lottare per avere giustizia»

Le foto dei segni lasciati sul corpo della miranese Giulia Schiff dopo il “battesimo del volo”. Il 5 novembre otto sergenti a processo

MIRA. «Continuerò a lottare perché hanno torto marcio. Ora sono un treno e non mi fermo più». Questa la promessa ribadita martedì sera da Giulia Schiff, l’ex allieva ufficiale di Mira, espulsa dall’Aeronautica militare, a conclusione di un servizio trasmesso dalla trasmissione “Le Iene”.

Ripensandoci, se potesse tornare indietro, Giulia ha ammesso che pur di poter fare il pilota militare, il suo grande sogno infranto, forse non denuncerebbe più nulla di quanto subìto.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi