Contenuto riservato agli abbonati

Venezia, ladri specializzati in colpi in ville isolate: banda di albanesi catturata dalla squadra mobile

Accusati di 48 colpi in meno di due mesi, tra le province di Venezia, Treviso e Padova: davanti al giudice non parlano

VENEZIA. «Guarda questa casa… È vuota… Se saliamo da dietro la fottiamo… ».

Sceglievano così le abitazioni da derubare, quattro cittadini albanesi arrestati venerdì notte dalla Squadra Mobile di Venezia, su ordine del pubblico ministero Antonia Sartori, con l’accusa di aver messo a segno ben 48 furti in abitazioni, in neppure due mesi, tra settembre e ottobre: nel Veneziano (a San Donà, Pramaggiore, Concordia, Martellago, Annone, Mira, Cinto); a Padova e provincia (Vigodarzere e Saonara); nel Trevigiano (Santa Lucia di Piave, Cappella Maggiore, Arcade, Salgareda, Vittorio Veneto); a Pordenone (Azzano Decimo, Fiume Veneto, Chions).

Fino

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

La Notre-Dame virtuale batte sul tempo la cattedrale reale. Ma attenzione alle vertigini

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi