Contenuto riservato agli abbonati

Venezia, l’Usl 3 spinge sulla terza dose agli anziani. E scoppia un nuovo focolaio in una Rsa di Mestre

A Mestre sette ospiti e due operatori contagiati: trascorsi più di sei mesi, attendevano la somministrazione “booster”

MESTRE. Le prime vaccinazioni contro il Covid risalgono ormai a dieci mesi fa, i titoli anticorpali dei “vecchi” destinatari stanno calando e i focolai riprendono dal punto in cui li avevamo lasciati: dalle residenze per anziani. «Ricevere la terza dose è importante, anzi fondamentale».

Massimo Zuin, direttore dei servizi socio sanitari dell’Usl 3, lo dice con decisione. Non c’è stato tempo nella casa di riposo Santa Maria del Rosario (gruppo Anni sereni) di Mestre, dove è divampato un cluster con sette anziani e due operatori positivi, tutti vaccinati all’inizio dell’anno, da ben più di sei mesi.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Quanti milioni ha perso Lush, l'azienda felice senza social

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi