Contenuto riservato agli abbonati

Nasce in via Piave a Mestre la portineria di quartiere

menzione obbligatoria

Dai piccoli lavoretti all’aiuto per la spesa, iniziativa ispirata a un progetto francese. Presto due sedi anche a Venezia e Chioggia

MESTRE. La lampadina da cambiare, un aiuto per compilare un modulo dell’amministrazione, o per andare a fare la spesa, o la possibilità di avere un po’ di compagnia, per una chiacchierata o una partita a carte. Nasce con questo obiettivo la “Portinerie di quartiere. Avamposto di Comunità”, progetto inaugurato oggi a Mestre in via Piave 65, iniziativa che si ispira a un progetto francese promosso dal Centro Servizi Volontariato (Cavv – Csv) di Venezia, insieme a un gruppo di associazioni della città e della provincia.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Metro Roma, il vigilante contro la rom "Te vojo fa spari"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi