Lutto a Noale, morta a 54 anni Stefania Sartor. Lavorava in vivaio

È mancata infatti nella casa di famiglia, accudita dal marito Danilo, dalle figlie Martina e Lisa e dagli altri parenti che le sono stati accanto nei mesi della malattia. Mercoledì il funerale 

NOALE. Una donna molto legata sua famiglia, appassionata del suo lavoro e che fino all’ultimo ha lottato contro la malattia, fino a domenica. Così era Stefania Sartor, 54 anni, originaria di Moniego e da tempo residente a Noale in via Contea.

Era molto conosciuta e apprezzata proprio per il suo lavoro che condivideva con il marito nella gestione del Vivaio Rigo, attività suddivisa tra via Contea e via Mestrina. Una passione vera, quella per il verde, che poi si rifletteva nel giardino di casa che amava curare in ogni minimo dettaglio.

Negli ultimi mesi la malattia aveva causato grande sofferenza a Stefania Sartor che ce l’ha messa tutta e fino all’ultimo ha voluto restare vicina ai suoi cari. È mancata infatti nella casa di famiglia, accudita dal marito Danilo, dalle figlie Martina e Lisa e dagli altri parenti che le sono stati accanto nei mesi della malattia.

I funerali saranno celebrati mercoledì alle 15 nella chiesa arcipretale di Noale. Il corteo funebre partirà alle 14.40 dall’obitorio di Mirano, dove la salma della donna è stata portata dopo il decesso. Al termine della cerimonia, Stefania Sartor verrà tumulata nel cimitero di Moniego, frazione in cui abita ancora parte della sua famiglia.

Video del giorno

Quirinale, Bonino: "Addolorata dal metodo carbonaro per eleggere il Presidente. Inutile stare qui"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi