Contenuto riservato agli abbonati

La protesta contro i negozi di paccottiglia e un euro. «Venezia non è solo pietre, ma famiglie»

Calle de la Mandola o de la Cortesia, una delle storiche arterie commerciali di Venezia

L’iniziativa partita dai negozianti di calle della Mandola, dopo la mobilitazione di sabato per un commercio di qualità

VENEZIA. Quella che è nata come una mobilitazione di una storica calle del lusso si allarga ora alla città intera. Perché il rischio che l’offerta commerciale si omologhi sempre più verso il basso è concreto. E riguarda tutta Venezia.

Negli ultimi anni, il cuore della città ha visto l’esplosione delle vetrine di souvenir “tutto a un euro”. E la progressiva ritirata delle botteghe artigiane.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi