I nuovi piani urbanistici di Jesolo sotto accusa: torri e alloggi per 4 mila persone, «Sono una colata di cemento»

Accordi di programma e variante 4 approvata valgono 300 mila metri cubi. L’allarme di Lunardelli (JesoloinMovimento): «Spariranno terreni liberi e alberi»

JESOLO. Trecentomila metri cubi e 4 mila persone in arrivo, “JesoloinMoVimento” lancia l’allarme sui nuovi accordi di programma e variante approvati in Consiglio. Un’analisi puntuale di tutti i piani che gli attivisti del M5s denunciano prevedendo l’abbattimento di immobili con ricostruzioni in aumento di volume che superano oltre il 50%.

Antonio Lunardelli attacca: «Un’enorme colata di cemento e impermeabilizzazione del territorio va a invadere terreni ora liberi e ad abbattere altri alberi e vegetazione».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Crozza: "Renatino lavora 365 giorni l'anno? O si è comprato il caseificio o spot è ammissione di reato"

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi