Contenuto riservato agli abbonati

Al Lido lunghe code ai due uffici postali: scatta la protesta

Lihard (Caal): «Disagi per gli anziani, il Comune intervenga». Cgil: «Attese interminabili prima di prendere il bigliettino»

VENEZIA. Due uffici postali per sedicimila residenti, quasi cinquemila dei quali over 65. Il primo, quello centrale in via Doge Michiel, aperto sei giorni su sette, ma solo al mattino. Il secondo, a Malamocco, aperto per tre mattine a settimana.

Sta nei numeri il senso della protesta organizzata ieri dal Caal (Comitato ambientalista altro Lido) davanti agli sportelli dell’ufficio principale di Poste Italiane al Lido, accompagnata da un nutrito numero di agenti delle forze dell’ordine.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Crozza: "Renatino lavora 365 giorni l'anno? O si è comprato il caseificio o spot è ammissione di reato"

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi