Contenuto riservato agli abbonati

Blitz nei bazar cinesi, sequestrati prodotti tarocchi e pericolosi e cibo scaduto da anni

Decine di controlli della Guardia di finanza nei negozi della provincia: ritirati dal commercio prodotti per la pesca, natalizi e casalinghi

VENEZIA. Sequestrati dalla Guardia di finanza 170 mila prodotti irregolari. Sono stati trovati in store gestiti da cinesi a Mestre, Concordia Sagittaria, Cavarzere e in porto a Marghera. Si va dagli addobbi per Natale a quelli di Halloween, al cibo per gatti scaduto da anni.

La Guardia di Finanza di Venezia, nel corso delle attività di controllo economico che interessano giornalmente l’intero territorio della provincia, ha sequestrato centinaia di migliaia di articoli in violazione del Codice del consumo, commercializzati in assenza delle prescritte indicazioni di tracciabilità, sicurezza e qualità dei prodotti e, quindi, potenzialmente pericolosi per la salute pubblica.

I

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Tennis, Coppa Davis: il ct azzurro Volandri sugli avversari croati: "Sono forti ma niente paura"

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi