Maxi schermo per il Consiglio Sarto: nessuno resterà indietro

È stato allestito per poter seguire l’insediamento dei nuovi consiglieri eletti Il sindaco annuncia la richiesta di iscrizione del Comune ad “Avviso pubblico”

CAORLE

Primo consiglio comunale del Sarto ter. Il sindaco che ha vinto le elezioni alla guida della civica “Caorle di tutti” ieri ha presentato la sua squadra e il suo programma.


I fedelissimi della prima ora Luca Antelmo, già assessore nel 2007 nel Sarto II, e Giampiero Berardo, ex presidente degli albergatori e non eletto in consiglio, sono rispettivamente vicesindaco e assessore (Berardo da esterno). Promosso assessore anche Mattia Munerotto, il più votato. Come si pronosticava grande peso specifico e responsabilità alle donne con la promozione ad assessore di Katiuscia Doretto e Vera Montisano.

Questa la distribuzione delle deleghe. A Luca Antelmo i referati di cultura, comunicazione, pubblica istruzione e finanziamenti comunitari. A Giampietro Berardo vanno quelli di lavori pubblici, ambiente e demanio. A Mattia Munerotto le deleghe di sport, commercio, attività produttive e politiche giovanili. A Katiuscia Doretto i servizi sociali e le pari opportunità. A Vera Montisano il bilancio e il personale.

Nominati i consiglieri delegati che avranno incarichi di rilievo. A Elisa Canta cultura, comunicazione, centro Bafile e Museo del mare. A Nicola Perissinotto lavori pubblici, ambiente e demanio. A Daniela Di Vece servizi sociali, pari opportunità e Casa di Riposo. A Paolo Zia l’incarico di seguire le problematiche di San Giorgio di Livenza. A Rachele Bravin e Alberto Finotto incarichi per seguire sport, turismo e politiche giovanili.

La sala si riempie in pochi minuti e molti devono assistere alla seduta sul maxi schermo allestito in Campo degli Oriondi. Marco Sarto, vestito in nero con occhiali neri e camicia bianca, impeccabile ed emozionato il giusto, in apertura di seduta ringrazia dipendenti e forze dell’ordine per la serenità con cui si è svolto il voto.

«Grazie poi ai giovani che si sono avvicinati alla politica» ha detto «Sarà compito nostro coinvolgerli. Da oggi sarò sindaco di tutti i cittadini e dei consiglieri. Un pensiero anche alla lista civica “Càorle in comune con voi”, esclusa dal consiglio per pochi voti. Dico ai loro componenti che li faremo partecipi della vita amministrativa».

Sul punto dell’esame della convalida degli eletti i tre componenti della civica Rocco Marchesan sindaci non alzano la mano. E si astengono. È un segnale politico.

Paolo Zia è indicato capogruppo di maggioranza, Carlo Miollo capogruppo della sua lista, così come Rocco Marchesan della sua lista. «Al primo punto del nostro programma» ha riferito Marco Sarto nelle discorso sulle linee programmatiche «c’è la comunità. Ci impegneremo a garantire i servizi sociali, l’istruzione, l’ambiente. Realizzeremo infrastrutture per la Caorle di oggi e di domani per una città migliore. Ci aspettano le sfide “per” senza lasciare nessuno indietro. Ci sentiamo fortemente impegnati per garantire il coinvolgimento della comunità. Tra le priorità procederemo alla riorganizzazione degli uffici e poi lavoreremo sul piano del traffico. E il 14 ottobre scorso abbiamo richiesto di iscriverci ad Avviso Pubblico».

Questa notizia è stata accompagnata da applausi. Su Caorle Wonderland il sindaco ha detto che al momento non c’è un atto o una delibera. Sarà necessario quanto prima un incontro con gli organizzatori. Sulle linee programmatiche sono tre i voti contrari e sono di Arianna Buoso, l’ex sindaco Luciano Striuli e Rocco Marchesan. Si astengono quelli della lista Miollo, compreso il consigliere Lino Baso. «L’inizio è buono» sottolinea Carlo Miollo. Alberto Finotto con 6 voti, Rachele Bravin e Arianna Buoso con 3 voti sono eletti nella commissione elettorale. I vice sono Nicola Perissinotto, Elisa Canta e Luciano Striuli. Presidente del consiglio comunale è stata indicata Elisa Trevisan dal capogruppo di maggioranza Zia. Trevisan è stata eletta poi con 12 voti a favore. Tre le schede bianche, due i voti per Miollo. «Sarò rispettosa del ruolo che mi è stato conferito» ha dichiarato Trevisan, figlia del negoziante e giornalista Renzo Trevisan. —

Rosario Padovano

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Kenya, elefantessa partorisce due gemelli: non accadeva da anni

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi