Prenotazioni aperte per la terza dose agli ultrasessantenni in tutto il Veneziano

La somministrazione avverrà dopo 180 giorni dalla seconda dose per non sprecare nemmeno un giorno di copertura vaccinale

VENEZIA. Prenotazioni delle terze dosi al via da oggi per gli ultra 60enni. L’annuncio è arrivato in mattinata nel corso della conferenza stampa organizzata dall’Usl 3 per fare il punto sulla campagna vaccinale.

Gli over 60 veneziani che hanno ricevuto la seconda dose di vaccino contro il Covid da almeno 180 giorni potranno prenotare la somministrazione “booster”, con somministrazione di dose Pfizer o Moderna.

Sono pochi, perché la maggior parte ha concluso il ciclo vaccinale ben oltre sei mesi fa, ma è la strategia decisa dalla regione per non sprecare un solo giorno utile: «Purtroppo la risposta tra i fragili e, soprattutto, tra gli ultra 80enni è molto bassa» commenta il direttore sanitario Giovanni Carretta.

Dal 2 novembre, sarà possibile procedere con la vaccinazione contestuale: contro il Covid e contro l’influenza stagionale. Avanza dunque la campagna vaccinale, mentre l’effetto Green pass si registra soprattutto nei punti tampone.

«Abbiamo raddoppiato la nostra offerta a livello territoriale, passando dai 5 mila ai 10 mila vaccini al giorno» sostiene Vittorio Selle, direttore del Servizio di igiene e sanità pubblica. Per questo è stato necessario dirottare personale, riconvertire spazi, utilizzare risorse: «Ma cerchiamo di non stravolgere le altre attività, gestendo il personale già presente negli hub e procedendo con l’acquisto di prestazioni e altri tipi di incentivi che spingano a svolgere dell’attività aggiuntiva» spiega ancora Carretta.

In sintesi, per quanto i tamponi restino a pagamento, l’Usl 3 è costretta a spendere denaro e a utilizzare forze per rispondere alla domanda crescente dei lavoratori No vax. Anche per questo, restano aperti fino a mezzanotte il centro tamponi del PalaExpo e i due drive through di Noale e di Mestre.

«Ma la strada maestra deve essere la vaccinazione. Parlando di tamponi, non possiamo decidere autonomamente di ridurre la nostra capacità erogativa. Aspettiamo indicazioni dalla regione, per muoverci in maniera coordinata con le altre Usl» conclude il direttore sanitario.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi