Ristorazione, nel Veneziano richiamati gli stagionali al posto dei no vax

Il 20 per cento fra cuochi, lavapiatti e camerieri non si è sottoposto a profilassi, i titolari stanno richiamando il personale estivo

SAN DONA’. No Green pass ai fornelli e al servizio ai tavoli, arriva l’esercito in congedo temporaneo degli stagionali a dare sostegno a ristoranti e bar del Veneto orientale e della provincia di Venezia che devono fare i conti con le defezioni dei no vax. Anche in questo settore, infatti, sono circa il 20% i lavoratori che non si sono ancora vaccinati e dovranno restare a casa o effettuare tamponi rapidi in continuazione.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi