Vertice Conad-sindacati per ora nessun accordo

PORTOGRUARO

Conad ferma sulle sue posizioni: vuole i 12 trasferimenti ma non licenzia nessuno. I sindacati replicano: nessuno si muove da Portogruaro. Avviata ufficialmente ieri la trattativa tra la catena di supermercati e le sigle Cgil e Uil. Il sindaco Florio Favero nel ruolo di mediatore. «Il Comune» spiega Favero «non entra nelle trattative, ma fa da mediatore solo se necessario. Spero non ci saranno altre vertenze di qui in futuro. Noi siamo disponibili a mediare e a mettere a disposizione le nostre sale».


Domani i lavoratori si riuniranno in assemblea per conoscere i contenuti dell’incontro tra le parti. Mercoledì 27 ottobre ci sarà il secondo incontro per la trattativa, questa volta nella sede Conad di Portogruaro. Verranno affrontati anche altri punti, legati ai turni e alle gravi difficoltà di organizzazione denunciate dai lavoratori negli ultimi mesi.

I sindacati sono convinti che ieri è cominciata una trattativa molto difficile perché, al di lá dei formalismi, Conad non recederà facilmente dalle sue posizioni. Per il momento non ci saranno nuovi scioperi. Dopo l’incontro fissato alla fine del mese seguiranno probabilmente altri vertici tra le parti. Nella precedente vertenza, legata all’acquisizione di Carrefour da parte di Conad a Portogruaro, i sindacati riuscirono a non far licenziare nessuno, caso unico in Italia. Ma ora l’azienda non sembra intenzionata a cedere sui trasferimenti. —

R.p.

Video del giorno

Quanti milioni ha perso Lush, l'azienda felice senza social

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi