Tre persone denunciate per bracconaggio nei boschi di Mestre

Operazione di polizia provinciale e Lipu: trovati roccoli e gabbie da richiamo

MESTRE. Tre persone sono state denunciate al termine di una operazione antibracconaggio condotta nelle ultime ore dalla Polizia provinciale e dagli agenti venatori della Lipu veneziana. Una di queste è stata colta in flagranza di reato mentre catturava in maniera illegale decine di piccoli uccelli, utilizzando reti a maglia fina, che spesso causano gravissime lesioni ai volatili che ci si impigliano.

Gli agenti della Lipu erano stati allertati nei giorni scorsi da un cercatore di funghi che aveva notato le reti poste tra gli alberi nella zona compresa tra il Bosco di Carpenedo e quello di Mestre.

Queste aree attirano e ospitano molte specie di uccelli in fase migratoria, poiché sono ricche di piante da bacca e di vari tipi di insetti. In un territorio fortemente urbanizzato e antropizzato, queste sono vere e proprie isole di salvataggio per i piccoli volatili, che qui sostano e si rifocillano.

Gli agenti, dopo diversi passaggi, hanno colto sul fatto un bracconiere che stava togliendo dalle reti svariati uccellini, e poco distante sono state trovate 10 gabbiette di piccole dimensioni con all’interno degli uccelli da richiamo. In totale sono stati recuperati, sequestrati e poi liberati 30 uccelli ancora in buone condizioni tra pettirossi, cardellini, fringuelli, allodole, organetti e lucherini. Reti, gabbie e attrezzatura varia sono state subito sequestrate.

Tre le persone denunciate alla Procura della Repubblica di Venezia. Ma le indagini sono ancora in corso per capire la possibile destinazione degli uccelli una volta catturati. Spesso è il mercato nero. —

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi