La ministra Stefani inaugura la struttura di Ca’ delle Crete

Quarto: con l’ampliamento i posti passano da 14 a 22 

QUARTO

Nove mesi di lavori per consegnare alla comunità una struttura più ampia, in grado di accogliere fino a 22 ospiti. Taglio del nastro ieri per l’ampliamento della comunità alloggio per disabili Ca’ delle Crete che l’Anffas di Mestre gestisce nell’omonima località altinate. L’ampliamento ha interessato una superficie di oltre 500 metri quadri, consentendo di realizzare ulteriori stanze per gli ospiti, servite da altri locali per attività collettive e laboratori. Ca’ delle Crete può contare adesso su 20 posti letto, suddivisi in due comunità alloggio da dieci, più due posti di cosiddetta emergenza o sollievo, per un totale di 22 posti a fronte dei precedenti 14.


A fare gli onori di casa all’inaugurazione è stata la presidente dell’Anffas di Mestre Graziella Peroni. L’importanza dell’evento è stata testimoniata dalla presenza del ministro per le Disabilità Erika Stefani. «Essere all’inaugurazione dell’ampliamento di una struttura come questa è un momento di grande soddisfazione. Quello della disabilità è un mondo che si sta sviluppando sempre di più», ha detto Stefani ricordando la collaborazione in atto con le associazioni per la stesura della nuova legge sulla disabilità. In un messaggio letto dal parroco don Gianpiero Lauro, il patriarca Francesco Moraglia, rivolgendosi ai volontari, ha sottolineato che l’inaugurazione «è un bel segno che rafforza e rende ancora più strutturato e solido il vostro impegno quotidiano».

L’assessore regionale alla Sanità Manuela Lanzarin ha annunciato il rifinanziamento per 10 milioni di euro del fondo di rotazione per interventi sugli immobili destinati ai servizi per anziani non autosufficienti e disabili. Presenti pure il delegato metropolitano Saverio Centenaro, il direttore dei Servizi sociali dell’Usl 3 Massimo Zuin e, per il Comune di Venezia, l’assessore al Sociale Simone Venturini. «Il Comune di Quarto ha subito accolto il desiderio di Anffas di ampliare questa struttura», ha detto il sindaco Claudio Grosso, «Per Quarto è un salto di qualità ulteriore. Questo servizio è un’eccellenza e pone il tema dell’inclusività al centro della nostra collettività». Grosso ha annunciato la prossima stipula di una convenzione per la realizzazione di alcune strutture che possano essere usate anche dai cittadini, oltre che dagli utenti della struttura. Nell’intenzione di chi la gestisce, la comunità dovrà avere una sempre maggiore integrazione con il territorio. Per questo è in cantiere un’ulteriore fase di ampliamento che riguarderà l’area esterna con la predisposizione di una club house e di spazi per attività culturali, polivalenti e sportive. —

GIOVANNI MONFORTE

Video del giorno

Come si prepara la bagna cauda? Ecco il tutorial dal Bagna Cauda Day

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi