Il Covid fa impennare gli accessi ai centri di salute mentale

Un quarto di utenti in più da fine 2020 secondo l’Ulss 3 Serenissima: «Ricadute sommerse e pesanti sul piano psicologico per tante persone»

VENEZIA. Nel territorio dell'azienda sanitaria Ulss 3 Serenissima, a partire dagli ultimi mesi del 2020 si è assistito a un 25% di accessi in più presso i centri di salute mentale, legato alla pandemia da Covid-19. Il dato è stato reso noto sabato a Mestre dal direttore generale, Edgardo Contato, che ha illustrato le iniziative dell'Ulss veneziana in vista della “Giornata mondiale della salute mentale”, che si celebra domenica.

Per il direttore dei servizi sociosanitari, Massimo Zuin, «le drammatiche ricadute sanitarie sono ben note per gli effetti in termini di mortalità e di ospedalizzazione. Ma noi non possiamo non guardare le ricadute sul piano psicologico: anche se più sommerse, in modo non meno debilitante hanno interessato tutte le fasce di popolazione. Si pensi solo ai soggetti direttamente colpiti dall'infezione, a coloro che hanno subito dei lutti o perdite economiche, o ancora a coloro che hanno risentito della mancanza di socialità».

Quattro gli eventi sulle tematiche della prevenzione, della cura e della riabilitazione delle malattie mentali a Venezia, a Mestre, a Dolo, a Chioggia. Nell'incontro di Mestre, svoltosi stamani, una serie di interventi ha proposto all'attenzione il punto di vista delle associazioni, l'esperienza delle famiglie e delle comunità terapeutiche, quella dei servizi dell'amministrazione civica, e quella, particolare, dei pronto soccorso, nei quali Covid-19 e disagio psicologico hanno creato un bisogno mai affrontato dagli specialisti del settore.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Il "no vax del pulmino" racconta: "Mi sono informato: il virus voluto dai poteri forti"

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi