Contenuto riservato agli abbonati

Venezia, un grande amore nato in chat finisce con un processo per violenza sessuale: solo bugie

Weekend romantici, proposte di matrimonio: poi lei gli fa una visita a sorpresa e scopre che si è inventato tutto ed è anche sposato. Così lui è stato rinviato a processo per 609 bis e scambio di persona

VENEZIA. Un grande amore appassionato. Una montagna di bugie, franate in un processo per violenza sessuale per “sostituzione di persona”: quello che prenderà il via il 12 gennaio davanti al Tribunale di Venezia.

Sotto accusa, un cinquantenne della provincia di Asti. A denunciarlo, una quarantenne del Veneto Orientale che si è vista crollare il mondo addosso. Ingenua o vittima di violenza?

Questa storia nasce online nell’autunno del 2017.

Video del giorno

Crollo Marmolada, il punto del distacco ripreso dall'elicottero

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi