Contenuto riservato agli abbonati

La nuova emergenza: a Mestre sono arrivati i migranti climatici che scappano dalle inondazioni

A Mestre sono arrivate dieci persone partite dal Bangladesh e dal Far East  attraverso la cosiddetta “rotta balcanica”, camminando per migliaia di chilometri

MESTRE. Cinquantuno migranti arrivati tra sabato e questa mattina. Quarantuno provengono dagli hub del sud gli altri dieci da Trieste. Nel capoluogo Giuliano sono accolti i richiedenti asilo che arrivano in Europa dalla cosiddetta “rotta balcanica”. Di questi dieci in gran parte sono bengalesi e sono “migranti climatici”.

Scappano dalle isole del Bangladesh diventati invivibili perché l’innalzamento dell’Oceano Indiano, provoca continue inondazioni di acqua salata che ha resto le falde acquifere inutilizzabili e i terreni incoltivabili.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Quanti milioni ha perso Lush, l'azienda felice senza social

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi