Si schianta dopo la serata con il fidanzato il sorriso di Giulia si spegne a 29 anni

La traduttrice, al volante di una Lancia Y, si è scontrata con una Bmw e poi è finita contro un muretto, morendo sul colpo

FIESSO D’ARTICO

La serata con il fidanzato poi sulla strada del ritorno, a cento metri da casa, il dramma. Così ha perso la vita Giulia Segato, 29 anni di Fiesso, di professione traduttrice. Con la sua Lancia Y bianca si è schiantata contro un muretto dopo la collisione con un’altra auto. Un lutto che ieri ha colpito un paese intero.


Tutto è successo verso la mezzanotte di venerdì. La giovane, che era alla guida della sua utilitaria, era di ritorno in via Paradisi, dove abitava con i genitori, dopo che era andata a trovare il fidanzato che vive a Spinea. Improvvisamente, mentre stava percorrendo via Barbariga in direzione Fiesso, all’altezza dell’incrocio con via Cavour, per cause in corso di accertamento si è verificato l’urto con una Bmw condotta da un 30enne della zona. Il colpo è stato violentissimo ed ha provocato la fuoriuscita dalla carreggiata dei mezzi. L’auto di Giulia Segato è finita contro un muretto e si è capottata, mentre la Bmw è finita in un fossato adiacente alla carreggiata.

Immediatamente sono scattati i soccorsi allertati dagli automobilisti in transito e anche dai residenti delle palazzine di via Cavour che hanno sentito lo schianto e, una volta che si sono affacciati, hanno visto la scena terribile. Sul posto in pochi minuti sono arrivati i pompieri dalla caserma di Mira che hanno messo in sicurezza i mezzi ed estratto dalla Lancia Y la conducente. Sul posto è giunta anche una ambulanza dall’ospedale di Dolo. Purtroppo, nonostante i soccorsi tempestivi, il medico del Suem 118 ha dovuto costatare la morte di Giulia Segato. Troppo gravi erano le ferite che aveva riportato nello schianto. Illeso ma sotto choc invece l’autista dell’altra auto che è stato subito assistito dai sanitari e poi portato in ospedale per dei controlli. Ai carabinieri della Compagnia di Chioggia sono toccati i rilievi per ricostruire la dinamica dello schianto e la regolazione del traffico, a quell’ora piuttosto scarso. Le auto coinvolte nel sinistro sono state poste sotto sequestro dall’autorità giudiziaria e portate nella carrozzeria Franco Bruno a Stra. Il corpo della giovane è stato trasferito all’obitorio dell’ospedale di Dolo, a disposizione del pubblico ministero di turno.

Giulia Segato si era laureata in Lingue moderne a Padova, poi aveva seguito un master in Economia e Lingue dell’Europa Orientale a Ca’ Foscari. Lavorava per diverse aziende come traduttrice ed era molto apprezzata per professionalità e capacità. Conosceva lo spagnolo, il portoghese e il russo, lingua per la quale aveva una predilezione. Era una grande appassionata di moto, in particolare delle Harley-Davidson. Giulia lascia il papà Francesco, la mamma Marina, il fidanzato Andrea, gli zii e i cugini. I funerali si potranno celebrare nei prossimi giorni dopo il nulla osta da parte dell’autorità giudiziaria che nelle prossime ore dovrà decidere se effettuare l’autopsia sulla salma. —

Alessandro Abbadir

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi