Contenuto riservato agli abbonati

Ex beni militari a Venezia e Mestre. Corsa contro il tempo per dare un futuro alla Caserma Pepe

Da gloriosa sede dei Fanti da mar e dei Lagunari alle mire cinesi. La geografa Zanutto: «L’ultimo bando per l’edificio è andato deserto.  C’è assolutamente bisogno di trovare al più presto una visione»

LIDO. La Caserma Pepe  e Forte Marghera  al centro di due interventi all’interno del convegno “Quale futuro per le aree militari dismesse? ” a cura di Francesco Gastaldi e Federico Camerin, all’università di Architettura Iuav.

Per la Caserma Pepe interviene la geografa Francesca Zanutto, professoressa di Geografia economica a Torino e già nel comitato scientifico della onlus Fismed. «Bisogna focalizzare  alcuni temi come il bene comune, la riforma del terzo settore, il ruolo delle università e la collaborazione tra pubblico e privato» spiega la docente originaria di San Donà di Piave.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Klopp sul Newcastle al fondo saudita: "Preoccupato per i diritti umani ma nessuno dice nulla"

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi