Rifiuti industriali e urbani miscelati: così li portavano alla Eco-Ricicli

Il conferimento è durato tra il 2015 e il 2018. La società: «Estranei all’inchiesta, abbiamo collaborato»

MESTRE. Rifiuti industriali mascherati, destinati allo smaltimento e non al recupero, fatti passare per rifiuti plastici raccolti a Feltre, con i quali venivano miscelati. Così la Sap della famiglia Dalla Santa e le altre società a lui riconducibili riuscivano a piazzare i rifiuti campani all’impianto Eco-Ricicli di Veritas a Malcontenta. È uno dei dettagli che emerge dall’inchiesta Plastic Connection che lunedì ha portato all’arresto di 12 persone da parte della procura antimafia di Venezia e dei carabinieri di Belluno per traffico di rifiuti da parte della Camorra.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Animali altruisti: la storia di Koko, la gorilla che adottò il gattino

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi