Bibite e snack, stop distributori a Venezia. Il Tar dà ragione al Comune

Respinto il ricorso di un’attività di vendita a San Polo, chiusa lo scorso maggio. Le macchinette sono consentite solo all’interno di altre attività commerciali

VENEZIA. Niente da fare per le macchinette automatiche di snack e bevande a Venezia. Il Tar Veneto dà infatti ragione al Comune di Venezia che a maggio aveva disposto la chiusura immediata di un’attività a San Polo risultata senza permessi.

Una vittoria secondo l’assessorato al Commercio, alle prese nelle ultime settimane con controlli a plateatici e assembramenti davanti ai locali della movida.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi