Contenuto riservato agli abbonati

Venezia, ripristinato l’approdo Actv al Civile. Venerdì scatta lo sciopero, rischio paralisi

L’ormeggio era stato danneggiato ad aprile da un’idroambulanza, sostituita anche la rampa d’accesso all’ospedale

VENEZIA. Ripristinato l’approdo dell’ospedale civile danneggiato ad aprile da un’idroambulanza. L’intervento di ristrutturazione ha portato anche alla sostituzione di una rampa d’accesso in modo tale da rendere l’ingresso più accessibile.

E nel frattempo, archiviata l’estate, ecco il primo sciopero dei trasporti.

Città a rischio paralisi oggi a causa dello stop di 24 ore dei mezzi Actv indetto da Cub e Usb. Oltre alla fascia garantita al mattino (6-9), verranno realizzate altre corse durante la giornata ricorrendo a operatori privati. Quest’ultimo, tra le motivazioni ha la nazionalizzazione dei settori strategici, la riduzione dell’orario di lavoro per contrastare gli effetti della rivoluzione tecnologica, la sicurezza dei lavoratori, il salario minimo e la lotta ad ogni forma di discriminazione.

Lo sciopero indetto da Cub Trasporti ha invece motivazioni tutte territoriali, eco degli attriti tra organizzazioni sindacali e azienda dopo sette mesi di vertenza sulla disdetta degli accordi integrativi di secondo livello. E almeno otto scioperi che da inizio 2021 hanno paralizzato a più riprese la città.

Proseguita da gennaio fino ad agosto e dopo aver raggiunto una bozza di accordo arrivata al termine di decine e decine di incontri febbrili, la trattativa si è chiusa con l’indizione del referendum e la definitiva bocciatura del documento da parte dei lavoratori. Inutili gli appelli al dialogo e alla riapertura delle trattative. Trattandosi di sciopero di 24 ore, per il settore navigazione sono garantiti i servizi minimi di collegamento con le isole e principali terminal cittadini Sospesa la linea 1 e navetta ogni mezz’ora tra Lido, Sant’Elena, Giardini e San Zaccaria.

La linea 2 effettuerà un servizio di spola tra San Zaccaria, San Giorgio e Zitelle con corse ogni venti minuti nella fascia oraria compresa tra le 9.30 e le 16.30. Il collegamento tra Fondamente Nove e Murano Colonna è ai minuti 10, 30 e 50 nella fascia oraria tra le 9.30 e le 16.30 (poi diventa ogni dieci minuti). Il collegamento della linea 17 tra Tronchetto e Lido (e viceversa) è riservato ai residenti nelle isole in possesso di Imob e previa prenotazione.

Sono effettuate le partenze da San Nicolò per Tronchetto alle 6.40, 8.20, 10.00, 16.40, 18.20 e 20.00; da Tronchetto per Lido alle ore 7.30, 9.10, 10.50, 15.50, 17.30 e 19.10.

Durante lo sciopero saranno garantiti i servizi tranviari e automobilistici urbani ed extraurbani: dalle 6 alle 08:59 e dalle 16:30 alle 19:29. Verranno poi garantite tutte le corse di ingresso a scuola per tutti i plessi scolastici serviti. A ciò si aggiungeranno corse effettuate da mezzi privati nell’arco della giornata. Si tratta della linea 10S delle 12.20 tra istituto Volta e fermata San Donà; della linea 10S stesso orario tra istituto Volta e Catene; della linea 21 delle 12.20 tra istituto San Marco e Martellago; della linea 8/ delle 12.20 tra Zelarino e Risorgimento; della linea 9 tra Asseggiano e Mestre Centro. Corse aggiuntive anche nell’area di Mestre Nord (Pertini, Bissuola e Camporese), a Dolo, a Mirano e a Mogliano Veneto. Per gli orari completi, basta controllare online nel sito di Actv.

Video del giorno

Quirinale, Ronzulli e Tajani al San Raffaele: "Berlusconi sta bene ma dobbiamo aggiornarlo in tempo reale"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi