Contenuto riservato agli abbonati

Mestre, giallo sull’anziana morta sull’asfalto: malore o pirata della strada, disposta l’autopsia

Giallo sulle cause della morte, in ospedale, di una donna di 89 anni rinvenuta priva di sensi in via Bissuola. Forse è stata colpita da un camion. Decisa l’autopsia

MESTRE. Malore mortale dovuto all’età o investimento da parte di un camion? Solo l’autopsia, a questo punto, saprà dare una risposta alle cause della morte di un’anziana di Mestre.

C’è ancora mistero sulle cause della morte della signora Raffaella Mariani, 89 anni, trovata il 7 settembre riversa sull’asfalto di via Bissuola, accanto al suo deambulatore, rovesciato a terra. Dopo qualche giorno di ricovero all’ospedale all’Angelo, l’anziana è morta: sul corpo alcune escoriazioni, compatibili con la caduta a terra. Ma provocata da cosa: un malessere o un colpo ricevuto?

Alcuni testimoni – sentiti dalla Polizia locale, al quale il pubblico ministero Massimo Michelozzi ha affidato il compito di cercare di chiarire la vicenda – hanno, infatti, parlato di un camion in manovra.

L’autista del mezzo – anche lui ascoltato dagli agenti – ha però escluso di aver colpito la donna e al momento non c’è un testimone che abbia visto effettivamente cosa sia accaduta.

Così, per cercare di dare un “perché” certo alla morte della signora, il pm Michelozzi ha disposto l’autopsia, che ha affidato ieri al medico legale Giovanni Cecchetto, dell’Azienda ospedaliera di Padova.

Al momento, dunque, la morte dell’anziana signora è ancora senza una causa certa e si spera che dall’autopsia possano arrivare risposte, come l’evidenza di un eventuale punto di impatto del camion – se realmente si fosse trattato di un investimento – del quale l’autista potrebbe anche non essersi reso effettivamente conto. Eseguito l’esame autoptico, il magistrato firmerà l’autorizzazione ai funerali, per restituire le spoglie della donna alla famiglia, per l’ultimo saluto. Al momento, non ci sono indagati o reati ipotizzati.

Video del giorno

Schiavi di Booking? Federalberghi Veneto e il difficile rapporto con le agenzie online

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi