Contenuto riservato agli abbonati

Jesolo tutela le tartarughe, ma i camion d’asporto rifiuti “rullano” la spiagga

L’allarme di legambiente in relazione al “bunker” sulle uova depositate: «Il passaggio dei mezzi di Veritas è un pericolo in spiaggia ogni notte»

JESOLO. «Questa piccola grande storia potrebbe innescare un cambio di paradigma nell’accoglienza a Jesolo: pensare alla biodiversità, al turismo sostenibile, all’ecologia». Luigi Lazzaro, presidente di Legambiente Veneto, spera che l’incursione della tartaruga Arianna che ha deposto 82 uova lasci qualcosa di duraturo da queste parti. Certo, perché questo accada bisogna partire proprio dall’Abc.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi