Morto Luciano Fingolo il decano dei sarti

TORRE DI MOSTO

Se n’è andato un pezzo di storia liventina. All’età di 90 anni, è mancato Luciano Fingolo, uno degli ultimi esponenti della scuola sartoriale torresana. È mancato lunedì a casa, tra l’affetto di tutti i suoi cari. Fingolo aveva intrapreso il mestiere di sarto fin da giovanissimo. A 12 anni aveva cominciato ad apprendere il mestiere in una delle prime e prestigiose sartorie di Torre di Mosto, condotta da Natale Camerotto.


Poi nel 1949, pur continuando a lavorare, aveva frequentato la scuola di taglio per perfezionarsi. In seguito si era messo a lavorare in proprio, aiutato dalla moglie Rosa, anche lei eccellente sarta. Fingolo e la moglie sono stati due artigiani molto apprezzati per le loro splendide creazioni, conosciute in paese e non solo. Oltre alla moglie, Luciano Fingolo, ricordato per i modi distinti e gentili, lascia i figli Antonella, Ezio, Costantina, Enrico e Gloria. I funerali si svolgeranno stamane, alle 10, nella chiesa parrocchiale di Torre di Mosto, dove ieri sera è stato recitato il rosario. —

G.MO.

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi