La Fiera del Rosario confermata in ottobre nel rispetto dei divieti

Cancellate la mostra campionaria e quella del fumetto Sì anche alla “Festa de a poenta” in piazza Indipendenza

SAN DONà

Fiera del Rosario, si parte con Green pass e mascherina anche all’aperto. Ieri l’incontro in Comune con il sindaco, Andrea Cereser, gli organizzatori e responsabili dell’evento che è stato confermato. Sarà un’edizione particolare di mercato straordinario cui manca solo il via libera del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza in Prefettura. Il Comune ha deciso di organizzare l’evento a tutti i costi, dopo che è saltata la fiera campionaria di Confcommercio.


Sarà una sagra con le bancarelle, probabilmente anche il luna park, persino gli stands enogastronomici, sia quelli di “street food” sia i capannoni folcloristici delle varie associazioni. Certo, dovrà essere garantito un piano di sicurezza gravato dalle severe normative anticovid. Ci saranno con tutta probabilità dei varchi di ingresso e uscita che dovranno essere controllati dalla polizia locale, i volontari della protezione civili e delle altre associazioni attive in città. Le bancarelle saranno distanziate e ci dovrà essere lo spazio per camminare in sicurezza senza rischiare assembramenti. «Possiamo garantire un grande mercato straordinario», ha detto il sindaco Cereser, «in sicurezza. Questa è la volontà dell’amministrazione comunale che ora invierà il piano di sicurezza in Prefettura in attesa di eventuali prescrizioni». La campionaria d’autunno non si farà, anche perché con la cessione degli spazi in via Pralungo nell’ambito dei lavori della Porta Nuova sarebbe stato impossibile, e lo stesso la fiera del Fumetto che ormai aveva raggiunto un prestigio nazionale. Resta la fiera in città, il primo fine settimana di ottobre, con il mercato straordinario, l’antiquariato in piazza, le giostre e gli ambulanti collegati alla fiera. È confermata anche la “Festa de a poenta” in piazza Indipendenza, organizzata dalla pro loco di Renata Matiuzzo.

Anche in questo caso saranno rispettate le norme anticovid con contingentamente dei convitati, distanziamento, igienizzazione costante dei tavoli. Una festa dal sapore antico, quella che celebra la polenta di mas biancoperla che è caratteristica di questo territorio. Una festa anche questa che richiama a San Donà migliaia di persone. Non sarà una fiera da 300 mila visitatori come un tempo, ma almeno è stata confermata nel suo impianto. —



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Taranto, spara contro l'auto della polizia e ferisce due agenti: la raffica di colpi ripresa dalla telecamera

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi