Contenuto riservato agli abbonati

Incidente a Mira, i ragazzini restano gravi. Genitori denunciati per omessa custodia, l'avvocato spiega il perché

Il lucernaio da cui sono precipitati i ragazzini, visto da sopra e da sotto (foto Lorenzo Pòrcile)

Ancora in terapia intensiva i due tredicenni che sono precipitati per quattro metri dopo aver sfondato per gioco il lucernaio della stazione ferroviaria

MIRA. Genitori denunciati e figli in gravi condizioni. Restano infatti ricoverati sempre in gravissime condizioni all'ospedale di Padova nel reparto di rianimazione pediatrica e nel reparto di rianimazione dell'ospedale dell'Angelo di Mestre, i due ragazzini di 13 anni di Borbiago di Mira che sabato scorso, verso mezzanotte, in vena di bravate insieme con un altro amico coetaneo sono andati alla stazione dei treni di Marano sulla linea Padova - Venezia, hanno scavalcato un muretto di un metro e 20 e si sono seduti e hanno saltato sugli oblò del sottopassaggio ferroviario.

Gli

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Kenya, elefantessa partorisce due gemelli: non accadeva da anni

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi