Caorle, in centinaia al funerale di Simone Pacchiega. Il papà: «Non piangete, lui amava la gioia»

Rifondazione Comunista ha criticato la posizione lavorativa di Simone, secondo il partito di Sinistra un precario

CÀORLE. Centinaia di persone hanno partecipato ai funerali di Simone Pacchiega il 27enne deceduto nell’incidente di lunedì schiacciato da un trattore e annegato nel Baseleghe.

Le esequie si sono svolte venerdì pomeriggio. Alla chiesa di Brussa il corteo è arrivato con un caldo soffocante. Il feretro è stato portato in spalla dai giocatori della Giussaghese di cui era dirigente. Tante le lacrime. Ma il padre Fabio ha ammonito. “Non piangete. Simone amava la gioia”.

La salma è stata poi trasferita al cimitero di Lugugnana nel vicino comune di Portogruaro dove i fedeli hanno potuto abbracciare i familiari e la fidanzata. È stato un funerale dal clima mesto dove non sono mancati gli interrogativi.

Su tutti quelli di Rifondazione Comunista che ha criticato la posizione lavorativa di Simone, secondo il partito di Sinistra un precario. Veneto Agricoltura era presente alle esequie con una rappresentanza.

Video del giorno

Schiavi di Booking? Federalberghi Veneto e il difficile rapporto con le agenzie online

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi