Contenuto riservato agli abbonati

Auto in fila, sporcizia a terra: sesso estivo davanti al cimitero di San Donà

L’indignazione dei cittadini. L’albergatore Maurizio Trevisiol: «Mancanza di rispetto per i defunti. Il Comune faccia controlli e informi le forze dell’ordine»

SAN DONA’. Sesso davanti alle porte del cimitero, protesta dei cittadini per i resti degli amplessi in auto in queste notti calde, ma decisamente animate. Qualcuno parla di incontro roventi, da “risvegliare i morti”. Perché le auto sono in fila, sempre di più, e non certo per guardare le stelle o pregare. Il fenomeno è in aumento a giudicare da quello che si trova nel parcheggio retrostante, a terra, in bella mostra.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Esorcismo al Santuario di Monte Berico: il racconto dei protagonisti

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi