Sarà dal 2 al 4 ottobre la Fiera del Rosario Campionaria a rischio

Il sindaco ieri ha confermato le date della mostra mercato «Servirà una grande collaborazione con tutte le categorie»

SAN DONà

Fiera del Rosario, data confermata dal 2 al 4 di ottobre. L’amministrazione comunale, nel corso di un incontro con le categorie dell’agricoltura, ha ufficializzato il ritorno dell’edizione 2021, dopo quella dello scorso anno in versione molto ridotta per la pandemia, di fatto un mercatino in centro con gli antiquari e qualche bancarella. Gli incontri organizzativi per stabilire le modalità sono tutt’ora in corso. Il sindaco, Andrea Cereser, insieme alla consigliera comunale Federica Vio, ha incontrato le associazioni di rappresentanza del settore agricolo nella sala consiliare. «La Fiera quest’anno», spiega il primo cittadino, «compatibilmente con tutte le cautele dovute al variare del quadro epidemiologico, si terrà dal 2 al 4 ottobre. Per quanto riguarda la tradizionale fiera mercato, il mercato agricolo e dell’antiquariato, il parco divertimenti, con delibera di giunta del 6 luglio, sono già state individuate le sedi, e definiti i prezzi per l’occupazione del luogo pubblico.


Il mercato straordinario si svolgerà nei giorni 3-4 ottobre 2021, nei posteggi già previsti, e sui quali sono state rilasciate le concessioni decennali, con le modalità e gli orari ormai consolidati negli ultimi anni. La mostra mercato dell’agricoltura sarà organizzata in viale della Libertà. Quante alle attrazioni dei parchi divertimenti di Piazza Rizzo e Via Pralungo saranno installate come negli anni precedenti e nello stesso periodo. Resta in sospeso la Fiera campionaria, con le associazioni di categoria. Sta per terminare la fase di valutazione di tutti gli aspetti organizzativi e logistici e per il momento non è ancora certo se tornerà. L’area di via Pralungo con i capannoni ex Papa è stata ceduta dal Comune e resterebbe solo la zona Confrutta da adeguare. «Gli uffici stanno lavorando a pieno ritmo», conclude Cereser, «perché la Fiera possa svolgersi in condizioni di piena sicurezza. Sarà necessaria una grande collaborazione tra l’amministrazione, le associazioni di rappresentanza, le forze dell’ordine, la protezione civile e le tante realtà che quotidianamente si adoperano perché la ripresa della socialità e dell’economia si svolga senza alcun rischio. Naturalmente, l’organizzazione terrà sempre pienamente conto dell’evolversi dell’emergenza sanitaria». —



Video del giorno

Quirinale, Bonino: "Addolorata dal metodo carbonaro per eleggere il Presidente. Inutile stare qui"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi