Contenuto riservato agli abbonati

Nasce palestra a Ballò riservata alle donne: «Così si combattono casi di body shaming»

Clienti e personale della struttura tutti rigorosamente al femminile. Il titolare: «Ognuna deve sentirsi libera di essere ciò che si sente»

BALLO’. Si chiama body shaming, un termine inglese per descrivere la derisione di un corpo, il prendere di mira qualcuno per il suo aspetto fisico. Soprattutto quando si tratta di donne. Ebbene, fare sport può essere un momento dove, tra un allenamento e l’altro, s’innescano degli episodi negativi ed imbarazzanti, con possibili pesanti ricadute di tipo psicologico sulle vittime. A Ballò c’è una palestra solo per donne.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Gian Piero Gasperini: "Cristiano Ronaldo non devo presentarlo io: è straordinario"

Rosti di uova e rapa rossa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi