In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
tutta un’altra portogruaro

Il comitato sfida Favero «Siamo contrari all’asilo alla Francescon»

r.p.
1 minuto di lettura

PORTOGRUARO

La proposta di collocare il futuro asilo nido alla Residenza Francescon, un’ipotesi avanzata dal sindaco Florio Favero con l’assenso della presidente della Francescon Sara Furlanetto, non piace al movimento “Tuttaunaltraportogruaro”, che giovedì ha organizzato il convegno sul tema, ospitato al centro culturale di palazzo Altan Venanzio. I genitori portogruaresi affidano i loro bambini all’asilo nido di Concordia, l’unico attivo nelle vicinanze. La Francescon , secondo gli organizzatori, «non è adatta al mondo infantile». Su questo punto uno degli organizzatori, Sergio Amurri, passa la palla al primo cittadino.

«Restiamo perplessi sulla possibile collocazione ma», spiega Amurri con un filo di sarcasmo, «a questo punto ci si aspetta un’apertura di dialogo e di ascolto da parte della giunta Favero, i cui esponenti hanno brillato per assenza al convegno che abbiamo organizzato». Erano invece presenti molti concordiesi, con il sindaco Claudio Odorico in testa; e alcuni consiglieri di maggioranza e di minoranza portogruaresi. Tutti, pur con vari distinguo, hanno dichiarato di volere unire le forze affinché Portogruaro si doti, al più presto, dell’asilo nido.

Paola Sartori, esperta del mondo dell’infanzia e dell’adolescenza, ha esposto i motivi per i quali l’asilo nido è una struttura indispensabile per Portogruaro. «L’aspetto negativo», conclude Amurri, «riguarda l’esternalizzazione del servizio. Un asilo nido deve avere dimensione pubblica. Per questo non vediamo di buon occhio le scelte dell’amministrazione». —



I commenti dei lettori