Contenuto riservato agli abbonati

Dichiarazioni dei redditi, oltre duemila super ricchi in provincia di Venezia: i dati Comune per Comune

Nel capoluogo veneziano la concentrazione più alta di residenti con redditi sopra i 120 mila euro. Ma la città più ricca è Mirano

VENEZIA.  Vive a Venezia la più alta concentrazione di “paperoni” della provincia, oltre duemila persone con un reddito superiore ai 120 mila euro. È Mirano invece la città più ricca, con un reddito medio complessivo di quasi 24 mila euro. È la fotografia della dichiarazione dei redditi del 2019, che restituisce un quadro variegato per i comuni della Città Metropolitana.

Un quadro che inevitabilmente è stato ridisegnato dalla pandemia scoppiata a inizio 2020 e che nell’ultimo anno e mezzo ha comportato una forte compressione di tutti i principali indicatori economici, a partire dal lavoro e dai consumi. Sta di fatto che prima dello scoppio della crisi economica, i dati relativi alle dichiarazioni dei redditi attribuiscono a Venezia il primo gradino del podio tra le città con il maggior numero di ricchi contribuenti.

Se nel Veneziano il numero di coloro che, stando al 2019, avevano un reddito superiore a 120 mila euro è di 4.677, quasi la metà vive nel Comune di Venezia: 2.187. La città lagunare non è però in cima alla classifica per il reddito medio dei suoi contribuenti. Sintomo, questo, di una forbice che evidentemente si è andata ad allargare sempre più tra i ricchissimi e chi ha invece un reddito medio basso, costretto nella maggior parte dei casi a cercare casa (e fortuna) fuori dal centro cittadino se non addirittura fuori Comune.

Tanto più in una città che vive sempre più grazie al turismo, crollato nei mesi di pandemia. E dove il mercato immobiliare è sempre meno accessibile ai giovani, e sempre più appetibile per il mercato delle affittanze turistiche, per non parlare dei grandi gruppi economici che, soprattutto in centro storico, hanno approfittato della pandemia per investire. Inevitabilmente, sul versante dei contribuenti, nella maggior parte dei casi il quadro della situazione è peggiorato nell’ultimo anno.

Nella classifica della città con più contribuenti over 120 mila euro, ad una distanza abissale, il secondo posto è occupato da San Donà dove i “paperoni” sono solo (si fa per dire) 291. Segue poi Mirano con 212. Mirano balza però al primo posto della classifica come reddito medio tra i contribuenti, con 23.847,75 euro (il numero dei contribuenti totale è di 20.552), segno evidentemente di una forbice di disparità di reddito piuttosto contenuta. Nella classifica del reddito medio, il secondo posto è occupato dal capoluogo di provincia con 23.482,07 euro. Seguono Noale (23.441 euro) e Stra (23.410). Allargando il raggio dell’indagine, in tutto il Veneziano sono 637.111 i contribuenti, di cui 163.197 pensionati. In provincia, il reddito medio era di 21.688,89 euro mentre l’imposta netta media nel 2019 è stata di 5.112,45 euro.

Erano 4.677 i contribuenti con un reddito superiore ai 120 mila euro. Venezia ha il maggior numero di contribuenti, con 196.334 che nel 2019 hanno compilato la dichiarazione. Quanto all’imposta media, la città lagunare alza l’asticella con 5.874 euro. Chioggia con i suoi 35.340 contribuenti ha versato in media un’imposta da 4.127 euro, mentre il reddito medio dei chioggiotti si è fermato a 18.382. Terza la città di San Donà con 31.565 contribuenti e con un reddito medio, però, ben più alto di Chioggia: 22.342 euro. Qui gli over 120 mila sono 291. Cento in più rispetto a Jesolo, dove il reddito medio è stato di 19.570 euro (con un’imposta netta media di 4.682 euro).

Video del giorno

Che c'è a Cheese? Il resoconto della terza giornata

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi