Mafie sul litorale veneziano. Una carovana per mantenere alta la guardia

Da Caorle a Eraclea a infine a Jesolo l’iniziativa per denunciare la cementificazione del territorio

JESOLO. Una carovana per denunciare lo sfruttamento del territorio, la cementificazione, le mafie sul litorale. A condurla ci sono Rc, Articolo 1, Libera, M5s.

Il senatore Giovanni Endrizzi, che fa parte della commissione Antimafia per l' M5s ha parlato in piazza a Eraclea: " Il Veneto ha gli anticorpi per reagire".

Mafie sul litorale veneziano. Endrizzi: "Il nostro territorio occupato dalla criminalità"

La carovana è partita da Falconera a Caorle, poi ha toccato Eraclea e Jesolo Lido.

Proprio il giorno prima, sabato 26 giugno, è stato arrestato Angelo Di Corrado, il consulente del lavoro accusato di essere l’esperto del clan dei Casalesi a Caorle, San Donà, Jesolo ed  Eraclea e degli sfruttatori della manodopera di Porto Marghera.

Dovrà scontare 4 anni e 8 mesi per associazione mafiosa in Piemonte. Si trova ricoverato in ospedale a San Donà. Una volta dimesso verrà condotto nel carcere di Venezia

Video del giorno

"Un boato e siamo usciti di casa": il racconto dalle zone del terremoto in provincia di Treviso

Burger di lenticchie rosse

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi