Una giunta infuocata segretario sotto accusa

QUARTO

«Sono stata invitata dal segretario comunale a dimettermi. Dopo vent’anni di politica non merito questo trattamento, esigo rispetto. Ora valuterò il da farsi».


Parole della vicesindaca Cristina Baldoni. È stata una seduta di giunta infuocata quella di ieri a Quarto. Sott’accusa finisce la gestione del segretario Claudio Pontini. «Il testo delle delibere di solito arriva via email prima della giunta e così le possiamo leggere», premette Baldoni. Così è avvenuto ieri per alcune delibere. «Ma una terza delibera non era arrivata via email. C’era solo il cartaceo e allora ho chiesto di poterla leggere», prosegue Baldoni, «non è la prima volta che viene presentata una delibera all’ultimo minuto. Ma devo poterla leggere prima di approvarla. Altrimenti cosa approvo? Ho chiesto gentilmente delucidazioni riguardo a questa delibera, che trattava di dimissioni di due dipendenti». Il sindaco ha iniziato a leggere la delibera. «A un certo punto ho chiesto delle spiegazioni», ricostruisce Baldoni, «ma il segretario mi ha invitato a dimettermi, mentre gli altri componenti della giunta non hanno proferito parola». Baldoni ha lasciato la seduta. «Non è la prima volta che capita col segretario», conclude la vicesindaca, «mi dimetto se lo voglio io, non che mi inviti lui». — G.MO.

Video del giorno

Terremoto in Grecia, il momento della scossa a Creta: le persone fuggono dagli edifici

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi