A Venezia la protesta dei pescherecci nel canale della Giudecca

Scortati dai mezzi di Guardia costiera, Finanza e Carabinieri i pescherecci della provincia lagunare, una trentina, sono entrati a Venezia transitato a sirene spiegate nel canale della Giudecca e si sono fermarsi alle Zattere, davanti alla sede della Capitaneria di porto

VENEZIA. Manifestazione di protesta dei pescherecci stamane a Venezia nel Canale della Giudecca, per contestare il prolungamento del fermo pesca.

Scortatì dai mezzi di Guardia costiera, Finanza e Carabinieri i pescherecci della provincia lagunare, una trentina, sono entrati a Venezia transitato a sirene spiegate nel canale della Giudecca e si sono fermarsi alle Zattere, davanti alla sede della Capitaneria di porto.

A Venezia la rumorosa protesta dei pescherecci contro il fermo pesca

Una protesta pacifica, che però vuole mantenere alta l'attenzione sulle difficoltà che il prolungamento del fermo pesca crea alle famiglie che di questo lavoro vivono.

Oltre a ciò, la protesta mira vuole ricordare come le normative stringenti sull'attività ittica stiano rischiando di mettere in ginocchio un settore già provato.

In concomitanza con il passaggio della flotta, nel canale sotto attenzione internazionale per i transiti delle grandi navi, era visibile l'aumento del moto ondoso.

Video del giorno

Sardegna in fiamme, le immagini girate dai volontari: dalle case distrutte alla fuga dei bagnanti

Spigola in crosta di pomodorini secchi e pistacchi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi