Contenuto riservato agli abbonati

Malore in acqua a Cavallino Treporti, primo salvataggio della stagione

Malore in acqua per una turista vicentina 84enne, salvata da bagnini e Croce Verde. Portata da Ca’ di Valle in elicottero al Civile a Venezia

CAVALLINO.Turista vicentina di 84 anni salvata in extremis dall’annegamento sullo specchio di mare di Cavallino-Treporti. La bagnante in vacanza, alla quale sono state prestate le prime cure da parte del medico della Croce Verde, è stata poi elitrasportata all’ospedale civile di Venezia. Il primo salvataggio della stagione sul litorale è avvenuto attorno alle 12 di ieri sulla spiaggia di Ca’ di Valle dove la anziana stava facendo il bagno.

All’improvviso la donna, dopo essersi spinta a nuoto ad alcune decine di metri dalla battigia, ha cominciato ad annaspare in modo sempre più vistoso, in evidente difficoltà a rimanere a galla, tanto che è stata prontamente notata dagli addetti al salvamento in servizio.

I bagnini si sono tuffati in mare riuscendo a riportare la turista sulla spiaggia dove hanno poi iniziato a praticare le prime manovre che scongiurano la sindrome da annegamento. Immediato l’intervento dell’ambulanza della Croce Verde attivata dal Suem 118, equipaggio che in questa stagione prevede anche la presenza del medico a bordo.

L’anziana vicentina durante la permanenza in mare aveva accusato un malore che le aveva fatto bere acqua marina. Per questo le è stato somministrato dell’ossigeno dai sanitari che hanno poi predisposto di continuare l’intervento di soccorso con il supporto dell’eliambulanza. La donna, completamente stabilizzata, è stata affidata alle cure del personale medico dell’elicottero atterrato nei pressi della spiaggia di Ca’ di Valle, a poca distanza dal luogo del salvataggio in mare.

In pochi minuti è stata elitrasportata al Civile di Venezia dove è stata ricoverata e rimarrà in osservazione per almeno 48 ore. «Coordinazione, rapidità, formazione e feeling», hanno commentato dalla Croce Verde, «ci hanno permesso anche ieri di salvare una vita».

L’associazione Croce Verde proprio in questi giorni è impegnata in una campagna di sensibilizzazione per attrarre nuovi volontari. Nel 2020 l’attività del Punto di primo intervento di Cavallino-Treporti ha registrato 2.291 accessi tra maggio e settembre, diminuiti del 38% rispetto all'estate precedente (3.704).

Circa il 78% degli interventi aveva riguardato turisti italiani e circa il 22% turisti stranieri. Il 65% delle richieste di cure era avvenuta per problemi non urgenti, ossia in codice bianco. Il 13,8% in codice verde, il 10% in codice giallo e lo 0,2% in codice rosso; l’11% per visite di controllo. 

Video del giorno

"Un boato e siamo usciti di casa": il racconto dalle zone del terremoto in provincia di Treviso

Burger di lenticchie rosse

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi