Contenuto riservato agli abbonati

Sottomarina: Kursaal alla Gebis, siglato l’atto. Il ricavato per opere pubbliche

Il primo giugno il rogito che permette alla Città metropolitana di incassare 1,5 milioni. Altri 3 arriveranno dal Centro congressi di Jesolo, 270 mila euro da Noale

SOTTOMARINA. I Kursaal di Sottomarina e di Jesolo e l’ex caserma dei vigili del fuoco di Noale per finanziare il Piano triennale delle opere pubbliche della Città metropolitana. Con l’alienazione dei tre edifici entreranno nelle casse veneziane quasi cinque milioni di euro che copriranno gli interventi per le opere pubbliche previsti nel 2021-2023.

Ieri, primo giugno,  davanti un notaio di Adria, è stato rogitato l’atto di cessione del centro congressi di Sottomarina alla società Gisa di Michele Tiozzo Brasiola, unico concorrente all’asta pubblicata tenutasi a febbraio scorso dopo un precedente tentativo andato deserto.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Quanti milioni ha perso Lush, l'azienda felice senza social

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi