Le Frecce Tricolori aprono il Salone nautico. Casellati: “Venezia, città d’idee”

Fino al prossimo sei giugno gli spazi storici dell’Arsenale ospiteranno il meglio della cantieristica navale italiana. Previsto l’arrivo di 220 imbarcazioni e 160 espositori

VENEZIA. Lo spettacolo delle Frecce Tricolori ha salutato a mezzogiorno in punto l’inaugurazione ufficiale della seconda edizione del Salone Nautico di Venezia. Dopo il lancio dei paracadutisti della Marina con l’atterraggio nel bacino dell’Arsenale, la cerimonia davanti alle autorità cittadine e militari è iniziata con i saluti istituzionali.

Venezia. Tutto il passaggio delle Frecce Tricolori sul centro storico

Sono stati affidati alla presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati che ha salutato i partecipanti sottolineando l’importanza di iniziative culturali di prestigio per rilanciare Venezia, città che secondo la presidente del Senato può diventare capitale mondiale della sostenibilità.

“E’ sempre bello tornare a Venezia, città fucina di idee”, le sue parole pronunciate all’Arsenale, “basta guardarsi intorno per capire quanto sia stato importante credere in questo progetto. Oggi finalmente grazie a tutte le sinergie in campo, l’arte navale torna a casa. Il Salone è un’incredibile vetrina per tutta l’Italia. Venezia da sempre espressione ingegneria navale di eccellenza. Lo sviluppo di Venezia è indissolubilmente legato al turismo, che dà benessere per migliaia di famiglie. Ora servono progetti e investimenti, come salone e Biennale, ma anche come la cerimonia per i 1600 anni. Si tratta di occasioni per rilanciare il turismo di qualità. Investire in questo settore significa investire nella colonna portante de nostro paese”.

Casellati ha infine ricordato la necessità di reperire risorse per lo sviluppo di Venezia: “Occorre rilanciare la legge speciale. Venezia può diventare la capitale mondiale della sostenibilità”.

Dopo i saluti del Capo di Stato Maggiore Giuseppe Cavo Dragone e del sindaco Brugnaro, il triplice passaggio delle Frecce Tricolori ha ufficializzato il via al Salone.

Fino al prossimo sei giugno, infatti, gli spazi storici dell’Arsenale ospiteranno il meglio della cantieristica navale italiana: imbarcazioni da diporto, barche da lavoro, di servizio, motori a impatto zero, ma anche super yacht di lusso e barche a vela. E dopo lo stop imposto nel 2020 dalla pandemia, la seconda edizione del Salone raddoppia rispetto all’esordio del 2019.

È infatti previsto l’arrivo di 220 imbarcazioni e 160 espositori che daranno vita e forma alla mostra.

Video del giorno

Le prove del Rigoletto alla Fenice, in scena dal 29 settembre

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi