Contenuto riservato agli abbonati

Un pugno durante una lite gli toglie il senso del gusto: aggressore a giudizio

La lite davanti al chiosco alla fermata del bus Actv della linea 11. L’aggredito è finito in Rianimazione

PELLESTRINA. Il pugno ricevuto durante una discussione era stato così violento, che un 46enne di Pellestrina era caduto pesantemente a terra, sbattendo la testa e finendo in Rianimazione, riportando lesioni che lo hanno segnato per sempre. Una lite scoppiata per un motivo banale, davanti al chiosco alla fermata del bus Actv della linea 11. Il 20 maggio il giudice per le indagini preliminari Massimo Vicinanza, ha rinviato a giudizio con l’accusa di lesioni gravissime, C.A.,

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Juve-Roma, il labiale di Orsato: ''Sui rigori non si dà vantaggio, se poi li sbagliano non è colpa mia''

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi