Contenuto riservato agli abbonati

Vaccini anti-Covid, nell’Usl 3 c’è già il boom di prenotazioni

I più giovani non vedono l’ora di vaccinarsi. Si cercano nuovi spazi: un camper e l’ipotesi delle parrocchie in centro storico

VENEZIA. Assalto dei quarantenni alle prenotazioni, 44 mila quelle disponibili da ieri pomeriggio nel Veneziano, con le prime inoculazioni già in serata. Solo nell’Usl 3, in appena due ore sono andate in fumo 20 mila sedute su 31 mila. E intanto l’azienda Serenissima affina alcuni aspetti della campagna vaccinale, cercando con il Patriarcato un nuovo hub in centro storico; organizzando la profilassi in camper, nei comuni periferici; studiando le modalità per coinvolgere badanti e lavoratori stranieri, domiciliati ma non residenti nel territorio.

I QUARANTENNI

Ieri, si diceva, è stata la giornata dei 120 mila ultraquarantenni veneziani, finalmente coinvolti nella profilassi. Per loro le due aziende sanitarie veneziane hanno messo a disposizione 44 mila prenotazioni: 31 mila solo nell’Usl 3, di cui 20 mila bruciate in un paio d’ore, con uno “sparo di pistola” in anticipo rispetto all’orario indicato dal governatore Zaia. Nel Veneto orientale, iscrizioni aperte, ma i primi appuntamenti saranno la settimana prossima, per entrare a regime a fine mese. Sempre la settimana prossima, la profilassi sarà estesa anche a disabili e vulnerabili, mentre in alcune giornate saranno vaccinati caregiver e assistenti conviventi. I punti vaccinali sono a San Donà, Jesolo, Portogruaro e, da giovedì prossimo, Caorle.

GLI STRANIERI

Tra le questioni aperte, la vaccinazione degli stranieri che, pur vivendo nel Veneziano, mantengono la residenza nel Paese d’origine. Una questione alla quale ieri, il dg dell’Usl 3 Contato, rispondendo in sede di commissione consiliare a una domanda del consigliere Gianfranco Bettin, ha promesso una rapida risoluzione. «Parliamo delle badanti e di circa 5 mila cittadini pakistani e bengalesi che lavorano nelle nostre imprese», la quantificazione del dg. «Con la regione e Confindustria, stiamo pensando a come metterli in sicurezza al più presto. Probabilmente useremo lo strumento della forzatura del sistema». La stessa soluzione adottata per i fragili di cui non era riconosciuto il codice fiscale.

NUOVI HUB: LE PARROCCHIE?

Ma il futuro prossimo della campagna vaccinale vedrà modificarsi ancora il mosaico che lo compone. Prima di tutto, con la ricerca di un nuovo hub per la città storica. «Mi rendo conto che il punto in piazzale Roma non sia il massimo», ammette Contato. «Ci stiamo guardando intorno, alla ricerca di uno spazio più ampio, con buone soluzioni di viabilità. Stiamo parlando con il Patriarcato, per capire se ci sono delle chiese o altro per ampliare le possibilità». Fonti del Patriarcato confermano la disponibilità, dichiarando tuttavia che difficilmente la scelta ricadrà sulle chiese ma, più probabilmente, sulle parrocchie o altre strutture. E un ulteriore tassello si è aggiunto giovedì: «Un camper attrezzato ad ambulatorio, con cui raggiungeremo i comuni dove la risposta alla profilassi è stata più tiepida», spiega il dg, portando in terraferma il “metodo vaporetti”. Il punto di riferimento per l’Usl 3, comunque, rimane il PalaExpo di Marghera. Qui, per oggi e domani sono stati sbloccati mille posti destinati ai sanitari ancora non vaccinati. Intanto ieri nel Veneziano si sono contati 79 nuovi casi e un decesso.

I VACCINATI

Intanto, nell'Usl 3 è stata superata la quota simbolo dei 200 mila vaccinati: sono in 211.931 ad avere ricevuto almeno la prima dose, 80.958 hanno completato la profilassi. Coperta la platea degli over 80, anche le altre coorti anagrafiche sono in via di completamento, anche se la disponibilità alla vaccinazione è direttamente proporzionale all'età. Tra i 70-79enni ha aderito l'82.7%, tra i 60-69enni il 74.7%; tra i 50-59enni il 60.9%. Le percentuali considerano tanto i già vaccinati, quanto coloro che hanno semplicemente prenotato la seduta. La copertura è poi del 75.5% per i disabili gravi e del 71.5% per i vulnerabili. «I soggetti più a rischio, oggi, sono assolutamente in sicurezza» commenta, soddisfatto, Contato.

Video del giorno

Morte del sindacalista, schiaffo al responsabile della sicurezza in diretta tv

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi