Termocamere agli ingressi e conta persone con una app

Il direttore del Centro Piave chiarisce come la struttura ha implementato le misure per il contenimento del virus «I controlli sono molto accurati»

SAN DONÀ

Termocamere agli ingressi per la misurazione della temperatura di chiunque varchi le porte del centro commerciale. Contapersone per monitorare le presenze e assicurarsi che restino sempre al di sotto dei limiti di capienza fissati dai vari Dpcm. Sono alcune delle misure che il Centro Piave di San Donà ha adottato per la sicurezza della clientela. Lo spiega Diego Sartorel, direttore del centro commerciale che fa parte del gruppo Igd, una delle principali società italiane del settore. «Al Centro Piave, come in tutto il gruppo a livello nazionale, abbiamo adottato un protocollo sanitario molto stringente che va oltre quelle che sono le norme imposte dall’Istituto superiore di sanità piuttosto che dai vari decreti», spiega Sartorel, «Lo abbiamo adottato fin da aprile dello scorso anno ed è stato portato anche sul tavolo dell’allora premier Conte con alcuni rappresentanti che sono andati a discuterlo. Ma siamo rimasti sempre inascoltati».


Sartorel conferma l’importanza del sabato e della domenica per i centri commerciali. Poi entra nel dettaglio delle misure di sicurezza. «Abbiamo installato le termocamere agli ingressi che immediatamente ci dicono chi ha la febbre, bloccandone l’accesso», conclude il direttore del Centro Piave, «Abbiamo un contapersone per cui è stata sviluppata una app. E così subito posso vedere sul telefono quante persone sono entrate e quante possono farlo. Rispetto ad altre strutture, un centro commerciale può essere gestito molto meglio. Anche i controlli possono essere più accurati. Penso a tutte le attività di sanificazione che abbiamo fatto, anche sui macchinari che immettono l’aria fresca. È tutto documentato». —

G. MO.

Video del giorno

Sei tori in fuga lungo i binari a Roncade: due recuperati, quattro abbattuti

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi