I sindaci del Veneto orientale «Il governo metta le risorse»

PORTOGRUARO

Una risoluzione, da spedire subito alle alte cariche istituzionali, è stata diffusa dai sindaci del Veneto orientale. Il vertice di ieri era già programmato sulla terza corsia, ma gli incidenti di lunedì e martedì hanno affrettato i tempi per portare avanti le richieste a nome dei cittadini dei rispettivi comuni del Veneto orientale. I sindaci dei comuni «manifestano ai familiari delle vittime il cordoglio della Conferenza dei sindaci del Veneto orientale, e sono convinti che la terza corsia sia un'opera urgente e necessaria». Il documento è indirizzato al ministro delle infrastrutture, al commissario per l'emergenza Fedriga, al presidente del Veneto Zaia, agli assessori De Berti e Calzavara, ai consiglieri regionali Barbisan e Zottis, al Prefetto di Venezia e al sindaco metropolitano Brugnaro.


«Abbiamo valutato – scrivono i primi cittadini – che quando viene chiusa l'autostrada, il territorio diventa la valvola di sfogo per l'alleggerimento o il deflusso del traffico veicolare nelle maglie stradali dei centri abitati. Siamo allarmati – aggiungono – per la mancanza di fondi per completare la terza corsia dell'A4, da Portogruaro a San Donà di Piave». Nella risoluzione i sindaci chiedono di «reperire con urgenza e determinatezza i fondi necessari alla realizzazione della terza corsia sull'autostrada A4, prevedendo le opere complementari e compensative. Condividiamo inoltre la presente risoluzione con la Provincia di Treviso, coi comuni trevigiani interessati e al sindaco di Latisana». «Dobbiamo trovare al più presto le risorse, per completare la terza corsia il prima possibile.

«Ci vuole – ha spiegato il sindaco di San Donà Andrea Cereser – la collaborazione di tutti coloro che vantano un ruolo a livello amministrativo e politico. Dobbiamo fermare questa carneficina».

Florio Favero, il sindaco di Portogruaro, va oltre il testo della risoluzione. «Vogliamo anche l'uscita autostradale a San Michele, perchè di questa hanno bisogno sia la città di Portogruaro sia i turisti che vanno a Bibione. Non si capisce perchè siamo così trascurati». L'onorevole Sara Moretto, portogruarese di Italia Viva, ha nel mirino Fedriga: «Da lui solo immobilismo. C’è da chiedersi, visto lo stop dei lavori e il congelamento della Newco, cosa abbia fatto in questi tre anni il commissario Fedriga. E c’è da chiedersi se l’obiettivo era solo l’ultimazione dei lavori in territorio friulano». Il consigliere regionale, capogruppo di Fdi, Raffaele Speranzon aggiunge: «La politica non può restare sorda e cieca di fronte a queste richieste: bisogna trovare i fondi per realizzare la nuova corsia e accelerare il passaggio di consegne tra Autovie Venete e la nuova concessionaria voluta dal governo». —

Rosario Padovano

Video del giorno

Sei tori in fuga lungo i binari a Roncade: due recuperati, quattro abbattuti

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi