Frigo, caldaie e sedie rotte. I Gondolieri sub tornano a ripulire i rii di Venezia

Approvato il piano d’interventi sui fondali dei canali cittadini. Finora recuperate quattro tonnellate di materiali gettati in acqua dai veneziani

VENEZIA. Frigo, copertoni, sedie da ufficio rotte. Hanno recuperato di tutto dai fondali dei rii cittadini i “Gondolieri sub” che ora tornano a immergersi a Venezia.

La giunta comunale ha infatti approvato il nuovo ciclo di interventi, sperimentali e gratuiti in quanto offerti dai gondolieri brevettati sub, di pulizia manuale dei fondali dei canali di propria competenza.

Un percorso della durata di un anno e che vedrà il prossimo 16 maggio i Gondolieri sub immergersi nel Canale della Fava fino a campo della Guerra, poi domenica 20 giugno nel rio dei Mendicanti e rio Santa Marina.

La sperimentazione era stata avviata l'8 febbraio 2019 con le prime cinque immersioni, poi altre avviate ad ottobre dello stesso anno, interrotte a causa della pandemia. L'iniziativa ha portato alla raccolta di oltre 4 tonnellate di rifiuti vari: centinaia di pneumatici, cavalletti delle passerelle dell'acqua alta, lavandini, caldaie, tubazioni, fusti di birra usati, biciclette, sanitari, un carretto degli spazzini, due motori fuoribordo e materiale edile.

Insomma, tutto materiale che non è stato di certo gettato in acqua dai turisti. 

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi