Contenuto riservato agli abbonati

Portogruaro, calciatore aggredito con un pugno al volto al passaggio pedonale

Il passaggio pedonale dov’è avvenuta l’aggressione

Vincenzo Ferri, 21 anni, ha sporto denuncia ai carabinieri. È stato scaraventato fuori dall’auto e colpito senza motivo 

PORTOGRUARO

Un calciatore dilettante di 21 anni, Vincenzo Ferri, tesserato per la Julia di Concordia Sagittaria e cresciuto nella Liventina di Motta, è stato aggredito a Borgo Sant’Agnese al culmine di una banale discussione stradale: un pugno al volto che gli ha rotto gli occhiali, poi altri colpi. Ieri il giovane ha presentato denuncia ai carabinieri.


Il fatto sconcertante si è verificato in Borgo Sant’Agnese, nei pressi di un attraversamento pedonale. Il ragazzo, alla guida della sua automobile, stava rincasando: si è bloccato a due metri dalle strisce pedonali, di fronte al negozio di abbigliamento sportivo Barbuio.

Un uomo sui 40 anni stava attraversando con la compagna e i figli. Spaventato dall'arrivo della vettura di Ferri ha perduto il cellulare. Lo ha recuperato in tutta fretta e ha proferito improperi contro il 21enne, reo a suo dire di aver arrestato l’auto in modo brusco, mettendo in pericolo l’incolumità sua e dei familiari. Sembrava che la discussione, anzi il monologo, potesse concludersi lì.

Ma l’uomo ha raggiunto Ferri, che aveva il finestrino abbassato, e gli ha sferrato un pugno in pieno volto, rompendogli gli occhiali. Inoltre ha aperto la portiera dal lato guida, ha scaraventato il calciatore per terra e ha continuato a percuoterlo, lasciandolo sull’asfalto.

Ripresosi dallo spavento, il 21enne non si è perso d’animo e ha raggiunto in pochi minuti il vicino pronto soccorso. Sul luogo del pestaggio sono accorsi una gazzella dei carabinieri e una pattuglia della Polizia di Stato.

Ferri, secondo alcune testimonianze, sarebbe stato poi raggiunto al Pronto soccorso dallo stesso aggressore, che gli avrebbe chiesto scusa. Troppo tardi, però, soprattutto dopo la reazione esagerata. E ieri è andato a sporgere denuncia.

«Questo è un episodio di violenza gratuita, che ci preoccupa molto», hanno osservato alcuni commercianti di Borgo San Giovanni e Borgo Sant’Agnese. «Quanto accaduto è inaccettabile».

Prova a confortare Ferri il suo presidente, Ciro Astarita. «Dell’episodio siamo venuti a conoscenza in modo casuale. La nostra dirigenza ha contattato il ragazzo per esprimergli solidarietà e conoscere le sue condizioni. Si sta riprendendo».

Sconcertato anche lo storico diesse della Liventina, Marino Basei. «Mi angoscia moltissimo che un episodio simile sia accaduto proprio a Vincenzo: è un bravissimo ragazzo e non farebbe del male a una mosca». —

Rosario Padovano

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi