Contenuto riservato agli abbonati

Jesolo, sorveglianza elettronica h24 su Piazza Mazzini e la spiaggia

Via libera all’innovativo sistema di telecamere con una spesa di 165 mila euro: individuati sei punti strategici dove installare gli impianti di ultima generazione

JESOLO. Piazza Mazzini e la spiaggia sorvegliate h24. L’amministrazione, in accordo con la Questura di Venezia e dopo i diversi incontri del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per la riconfigurazione e implementazione del sistema di videosorveglianza, con investimento di 165 mila euro.

Le analisi condotte in particolare dalla polizia locale e da una ditta specializzata hanno consentito di individuare 6 nuovi punti tra piazza Mazzini e il lungomare, dove saranno riposizionate e installate nuove telecamere ad alta tecnologia. Immagini in diretta e registrate in corrispondenza degli incroci tra le vie Nievo e Zara, Aleardi e Vicenza, Aleardi e Bafile e nel tratto di lungomare tra Largo Centro Commerciale e via Zanella.


Il progetto prevede quindi l’installazione di telecamere multimegapixel, multisensor, multifocali ad avanzata tecnologia per il controllo di aree vaste, estese sia in larghezza che in profondità mantenendo una elevata qualità delle immagini.

Il diverso numero di sensori e, in particolare, quelli multifocali garantiscono l’osservazione dei luoghi e di riconoscere una persona o un oggetto, addirittura di consentire l’identificazione. Oltre ai nuovi impianti, saranno anche riposizionati e recuperati i sistemi già esistenti.

Grazie ai collegamenti in fibra ottica, le telecamere saranno connesse alla centrale operativa della polizia locale con la possibilità, tramite server e client di condividere le immagini con le altre forze dell’ordine.

«Questo progetto è un elemento strategico delle politiche e attività di sicurezza pubblica che l’amministrazione sta portando avanti da anni con lo scopo di assicurare il miglior controllo e prevenzione possibile su un’area sensibile come piazza Mazzini», spiega il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia, «il nostro intento è assicurare un controllo continuo, che sia efficace e permetta, in caso di necessità, alle forze dell’ordine e alla polizia locale di poter intervenire in modo tempestivo per tutelare la sicurezza e incolumità delle persone e degli ospiti. L’alto livello di tecnologia di cui sono dotati i nuovi impianti avrà un significativo impatto anche sulle attività di prevenzione che potranno avere anche effetto deterrente e su quelle di indagine». —


 

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi