Vaccini agli ultraottantenni, nel Veneziano ora tocca agli allettati

Il dg Edgardo Contato detta le tappe della campagna di vaccinazione

Dopo il flop dei tre Vax Day, l'Usl 3 gioca la carta dei medici di base e della somministrazione a domicilio per  chi non si può muovere.  Mercoledì 21 e giovedì 22 aprile la profilassi

MESTRE. Nell’Usl 3, adesso l’attenzione è rivolta tutta agli “over 80” allettati. Saranno loro la priorità, per provare a recuperare dopo il flop dei tre “Vax Day”, conclusisi con appena 1.183 ultra ottantenni vaccinati, su un bacino potenziale di 8.200 persone.

Se tutti i 3.511 allettati che, finora, si sono detti disponibili a ricevere la dose confermeranno effettivamente il proposito espresso, l’azienda sanitaria terminerà questa prima fase di vaccinazioni con una copertura dell’84%, comunque al di sotto rispetto alle aspettative, con il “no” espresso da un anziano su sei.

Per il momento, in attesa delle vaccinazioni domiciliari, è stato vaccinato appena il 78% degli ultra ottantenni. La profilassi degli allettati è in programma per mercoledì 21 e giovedì 22 aprile, quando a scendere in campo saranno i medici di famiglia del territorio.

Finora hanno aderito in 320 su 380, con una percentuale di rifiuti che si alza nel centro storico. Il programma è stato presentato nel pomeriggio di oggi, 19 aprile, nel corso di una conferenza stampa che ha visto riuniti il direttore generale dell’Usl 3 Edgardo Contato e i rappresentanti dei tre sindacati dei medici di famiglia, Fimmg, Smi e Snami.

«Abbiamo deciso di coinvolgere i medici di medicina generale perché sono coloro che, meglio di chiunque altro, conoscono le difficoltà e i disagi degli anziani» ha esordito questo pomeriggio il direttore generale dell’azienda sanitaria, Contato. «La nostra capillarità nel territorio e la conoscenza personale dei pazienti, con le loro patologie, ci identificano come protagonisti ideali per la vaccinazione» ha aggiunto Luca Campanini, segretario dello Smi.

Intanto domani, 20 aprile, nel portale della regione saranno riattivate le prenotazioni per gli anziani tra i 70 e i 79 anni, seconda categoria prioritaria, insieme ai fragili e ai disabili gravi.

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi