Ancora un incidente sulla pista del Bim Ciclista sbattuto a terra

MUSILE

Ciclisti scatenati sulla pista del Bim lungo il Piave, un altro incidente sfiorato nei giorni scorsi. A farne le spese, un noto ristoratore della zona che stava pedalando tranquillamente assieme alla figlia nel tratto tra San Donà e Musile. «Un ciclista con caschetto e tuta attillata», ricorda ancora spaventato, «è sopraggiunto pedalando come uno scalmanato neanche fosse al Giro d’Italia. E mi ha sbattuto a terra. Fortunatamente non mi sono fatto troppo male e mi sono limitato a lanciargli contro qualche urlo per esprimere tutto il mio disappunto. Ma, certo, ho rischiato grosso. Lungo la pista del Bim ci sono troppi corridori in competizione, più che appassionati, e bisognerebbe fissare un limite di velocità con opportuni controlli prima che sia troppo tardi e qualcuno si faccia male davvero».


Mesi fa era toccato al dottor Marco Castellano finire vittima di un ciclista sparato a gran velocità sulla pista lungo il Piave, più o meno nello stesso punto. Per il conosciuto medico, in forza all’ospedale di Oderzo, una grave frattura al gomito che poteva compromettere la sua professione e gli ha creato molti problemi.

Castellano si è rivolto all’avvocato Luca Pavanetto per una denuncia al momento contro ignoti perché il ciclista, dopo essersi inizialmente fermato, era poi fuggito dileguandosi. —

g.ca.

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi